Cibo e Accessori per Animali da zooplus

  
  
  

 

                        

                              

 

 

   

 

Schede Acqua Dolce

Consulta le schede pesci e piante d'acqua dolce

 

 

 

 Schede Acqua Marina

 Consulta le schede pesci e invertebrati d'acqua marina

 

 

  

 

Acquari Amici

Consulta gli acquari dolce e marino di tanti appassionati

 

 

  

 

Fai da te Acquario

Realizza artigianalmente gli accessori per acquario

 

 

  

 

Articoli Acquario

Consulta gli articoli per  acquario dolce e marino

 

 

  

 

Concorsi Fotografici

Partecipa al concorso fotografico Acquario 2015

 

 

Actinia cari

 

Classe - Antozoi

Ordine - Attiniari 

Famiglia - Attinidi

Distribuzione geografica - Mediterraneo; Atlantico. Si può trovare in ambienti rocciosi e in prossimità di porti.

Descrizione - Attinia dal corpo rotondeggiante di colore bruno-verdastro  con numerose strisce concentriche nere. Presenta numerosi tentacoli retrattili più chiari. Questi sono corti e come  altre attinie  contengono sostanze tossiche urticanti..  Può raggiungere  6-7 cm di larghezza.  

Ambiente -  In natura si trova in pozze di marea e sui substrati artificiali restando spesso fuori dall'acqua per molto tempo con i tentacoli completamente rettratti per poi riaprirli con l'arrivo dell'alta marea durante la notte.

Temperatura -  18° - 25° , sopporta  temperature elevate.

Densità - 1025 -1028

Alimentazione - Grazie ai suoi tentacoli si nutre di piccoli pesci e ogni  particella organica in sospensione. In acquario si può nutrire  2-3 volte a settimana con pezzi di gambero e qualsiasi altro cibo di origine animale fresco o surgelato.

Comportamento - Una volta trovata la posizione ideale, normalmente in zone con molta corrente, vicino al getto delle pompe e talvolta in prossimità della superficie, si stabilizzerà al substrato aprendo la propria corona di tentacoli alla ricerca di cibo anche nelle ore di luce.

Compatibilità - Convive facilmente con tutti gli organismi marini.

Cattura - La cattura non presenta particolari difficoltà. Una volta individuata cercate di scalzarla delicatamente dalla base, precisamente nel punto in cui è fissata alla roccia cercando di non danneggiarla.

Consigli personali - Alimentate due volte a settimana daranno grandi soddisfazioni. E'  buona abitudine contare periodicamente il numero di questi celenterati, spesso nascosti dietro qualche roccia o in qualche anfratto, e conoscere sempre la loro posizione per facilitare la somministrazione di cibo. Essendo un invertebrato molto robusto, capace di vivere molto a lungo e in qualsiasi condizione ambientale, difficilmente tollerate da altri organismi marini, è consigliato ai neofiti anche in acquari sprovvisti di refrigeratore. Il trasporto non presenta particolari difficoltà. 

   

Altro in questa categoria: Anemonia sulcata »
Devi effettuare il login per inviare commenti